• info@mariangeladeste.com

Archivio dei tag valore affettivo

Design Emozionale

Abraham Harold Maslow psicologo statunitense, noto principalmente per aver scritto nel 1954 il libro “Motivation and Personality”, teorizzò la gerarchia dei bisogni che motivano l’uomo. Dai bisogni più basilari per la sopravvivenza (mangiare, dormire, respirare…) fino a quelli più elevati e immateriali (identità, realizzazione personale, creatività…).
La gerarchia dei bisogni di Maslow venne traslata nel 2011 su prodotti e oggetti da Aarron Walter nel suo libro “Designing for Emotions” in cui scriveva che tutti i prodotti che creiamo devono essere rapportati ad un bisogno umano.
Quindi alla base abbiamo la funzionalità di un prodotto/servizio e a salire l’affidabilità e l’usabilità infine ma non per ultimo, il grado di piacevolezza.
Un prodotto/servizio arriverà all’eccellenza se rispecchierà tutte queste quattro “regole” insieme.
Il fattore emozionale sta proprio nel grado di piacevolezza…dopotutto le cose belle funzionano meglio. Sono convinta che non ci sia cosa funzionale che sia brutta!
Ogni persona ha i proprio gusti e un modo personale di rapportarsi alle persone e alle cose.
Ma ciò che principalmente può essere condiviso da tutti è che un oggetto emozionale è positivo, unico, attraente, esclusivo etc.

Gli oggetti che ci appartengono spesso hanno un valore affettivo, sono legati ai ricordi e suscitano emozioni.


Gli oggetti sono destinati ad essere amati 🙂


Di quale sei perdutamente innamorato/a e perchè?

 

 

scale design emozionale