• info@mariangeladeste.com

Archivio dei tag design

Oggi ero in tv!

Proprio così! Oggi ero in tv ospite del programma Antivirus su Telefriuli 😀
Tutto è capitato perché alcuni giorni fa l’associazione Blud di Udine ha invitato me e altri artigiani, artisti e creativi a presenziare al programma Antivirus.

Data la bella opportunità mi sono detta “Perché no?!”

Così parlando con Francesca, la conduttrice del programma, ho deciso di creare un video di presentazione assieme a un piccolo tutorial.

In questo video presento il mio mondo, di cosa mi occupo e di cosa posso fare per te!
Dato il periodo particolare, in cui tutti siamo rimasti a casa e molti lo sono ancora, il mio tutorial è dedicato a realizzare dei piccoli gioielli, in questo caso un ciondolino, manipolando l’argilla oppure altri impasti menzionati.

Devo dire che è stata una vera faticaccia! Non sono certo abituata ad apparire in tv. 😀
Non so quante volte ho rifatto i video, però di una cosa sono certa:
ne farò degli altri!

Perché è proprio facendo che si impara!
Qui sotto trovi la registrazione che ho fatto…artigianale anche questa 🙂

Igiene comodità e praticità

Stufo di dover rovistare per trovare il TUO gel igienizzante e toccare ovunque con le mani?
A questo problema ho trovato la soluzione! Realizzando un accessorio che pensa alla comodità praticità e igiene! L’oggetto che ti permette di avere sempre con te il TUO disinfettante.

Ho studiato un porta disinfettante che potesse essere comodo da usare e da avere sempre a portata di mano, difatti grazie al moschettone lo puoi agganciare alla borsa, allo zaino o al passante dei pantaloni. Invece il laccetto permette di  avere una sicurezza in più: mantenendo più salda la boccetta del gel.
Con questo pratico accessorio puoi avere l’igiene e la protezione a portata di mano.
Questo porta gel è realizzato mediante tecnologia della stampa 3d e il materiale che lo compone è proprio il pla; materiale biodegradabile ed ecosostenibile derivante dal mais. La rifinitura del pezzo e il montaggio è interamente eseguita a mano. 

I progetti che realizzo come saprai sono pensati per il benessere delle persone e dell’ambiente!

Diventa un ottimo astuccio da viaggio, in cui puoi inserire il gel igienizzate mani.
Questo accessorio è adatto a contenere i disinfettanti che si trovano più frequentemente in commercio.
Tuttavia se ti occorre una dimensione differente posso realizzarlo su misura per TE!
Nel pulsante qui sotto trovi il link al prodotto in cui ci sono i dettagli.
Se hai domande o vuoi farmi sapere cosa ne pensi contattami 🙂
Ciao e al prossimo articolo! 🙂

Porta disinfettante mani con moschettone per la tua igiene e sicurezza

Gioielli spirituali, eco-sostenibilità e benessere

Negli articoli precedenti ho scritto quanto fosse importante il legame tra design e benessere e come l’uno influenzi l’altro.
Oggi ti racconto della collezione di gioielli spirituali eco-sostenibili, che ho ideato e realizzato eticamente.

Cosa sono?

Sono gioielli contemporanei bianchi dalla forte simbologia che aiutano a rilasciare benessere psicofisico.
Sono prodotti in materiale biodegradabile.
Oggigiorno spesso e volentieri viviamo la vita in modo frenetico e così facendo, andiamo a inficiare il nostro stile di vita.
Così entra in gioco il design e benessere.

Voglio condividere con TE queste idee e darti modo di indossare l’accessorio che per te ha più significato.

Ho realizzato 2 pendenti:
Uno rappresenta il simbolo Om e l’altro reinterpreta l’albero della vita, in cui la pianta si fonde con la posizione yoga (Vrikshasana).

Om è un grafismo della lingua sanscrita, il più antico e conosciuto dei simboli del mondo.
Rappresenta la creazione dell’universo.
Il suono dell’Om viene associato alla vibrazione primordiale dell’universo e di tutta la creazione.
Il suono della vita. Il tutto.
A chi lo osserva trasmette i messaggi ancestrali e universali.

Vrikshasana è una posizione comune che lavora per mantenere bilanciati i due canali energetici yin e yang.
Questa asana (posizione o postura utilizzate in alcune forme yoga), si fonde con la struttura dell’albero, importante per la sua fisiologia e struttura.
Le radici permettono alla pianta di crescere stabile e ancorata al terreno.
Il tronco esposto all’aria è la parte dell’albero che connette ciò che è sotto terra con ciò che è esposto all’aria.
Dai rami spuntano le foglie che seguono il ciclo vitale a seconda delle stagioni. Mentre i frutti sono il nutrimento e ci forniscono acqua ed energia.

La motivazione che mi ha spinto a creare un ciondolo di quel tipo è perché l’albero contiene in sé energia e vibrazioni naturali che ci aiutano ad assimilare tutti i benefici che la natura può donare al corpo e alla mente.

È un inno alla vita!

Ciondolo spirituale albero della vita
Ciondolo spirituale om

Energia positiva e design

Cos’è la cristalloterapia?

La cristalloterapia è un’antica metodologia che implica l’uso di cristalli e pietre.

Le origini di questa pratica sono antiche, ma ancora oggi viene usata nei paesi orientali.

Conosci la sua funzione?

Riequilibra i campi energetici risolvendo gli squilibri psico-fisici.
La composizione chimica del cristallo modifica l’energia del corpo, determinando effetti benefici all’organismo.

Ad esempio l’occhio di tigre, aiuta a sviluppare ottimismo e buona volontà; mentre i lapislazzuli, legati alla spiritualità, migliorano la creatività.

I cristalli e le pietre impiegati, hanno diverse valenze e significati, difatti vengono usati a seconda dei momenti e degli stati d’animo.

Lo scopo della terapia è armonizzare e mantenere il benessere fisico e mentale.

Come agisce?

Si devono collocare i minerali a contatto con la parte dolente a seconda del disturbo di cui si soffre. Quindi i cristalli sono in grado di emanare energie purificanti, sotto forma di vibrazioni che l’organismo assorbe costantemente.

Cosa c’entra con il design?

Come ho scritto negli articoli precedenti il benessere e le emozioni sono legate al design.
Se un oggetto è progettato bene , dona benessere ed emana energia positiva.

Riflettendo sul benessere e sulla cristalloterapia ho pensato:

Perché non unire le due cose?

Personalmente in momenti delicati della mia vita, mi è capitato di non poter tenere a contatto i miei sassetti, semplicemente perché non avevo le tasche dove metterli 🙂

Ho così pensato di realizzare un pendente che contenga il cristallo, in modo da poterlo indossare quando si vuole.

Hai un minerale e vorresti tenerlo sempre con te?

Se la tua risposta è si…posso crearti un ciondolo a basso impatto ambientale con il tuo minerale preferito.

Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti qui sotto 🙂

Pendente per cristalloterapia

Perchè il packaging è importante?

Era novembre 2018 quando stavo per lanciare on line Joy Vertigo®.
Avevo pensato a molti aspetti e a come affrontare i passaggi successivi al lancio del prodotto.

Ma c’era qualcosa che non mi tornava e guarda un po’ il destino mi ha aveva dato ragione.
Il packaging di Joy Vertigo è una scatolina carina ma non unica…e si sa, in questo mondo di apparenze anche il packaging vuole la sua parte…

Cos’è il packaging?

La traduzione letterale della parola inglese è imballaggio.
In realtà però il packaging ha un grande potere visivo e ha molteplici significati:
riassumendoli è la tecnica, arte e conoscenza di avvolgere e proteggere i prodotti nelle varie fasi dalla distribuzione alla vendita.

Insomma il packaging ha un ruolo importante!

Ha un grande potere attrattivo per indurti a scegliere quel prodotto rispetto ad altri.
Persuade e comunica attraverso il linguaggio visivo, mediante degli strumenti come ad esempio i colori.

Avevo deciso di implementare la collezione di Joy Vertigo, orientandomi verso la forma sferica, per determinati motivi e per le recensioni che avevo avuto nel corso del tempo.

Ovviamente il problema del packaging era presente…il ciondolo sferico non si adattava bene alla scatolina e mentre cercavo un modo per risolverlo…mi era venuta l’idea!

Joy Vertigo è un ciondolo colorato che ha delle caratteristiche e delle funzioni originali.
Allora avevo pensato all’unicità del prodotto artigianale…

E mi ero detta: perché non produco io stessa il packaging?

Così dopo aver deciso il come farlo, mi ero diretta verso un negozio di stoffe dove avevo trovato il proprietario. Una persona gentile e sopratutto paziente, dato che mi aveva ascoltata e consigliata per scovare l’accoppiata di stoffe migliore. 😀

Dopo essere uscita dal negozio soddisfatta, in quella giornata rovente (veramente rovente perché fuori c’erano mille gradi!), mi ero rinchiusa nel pomeriggio in una stanza a tu per tu con ago, filo e macchina da cucire. 

Il produrre qualcosa con le proprie mani dà una grande soddisfazione!

È come una piccola creatura che viene al mondo e che ha bisogno solo di essere accolta e amata.

Per il momento puoi vedere il risultato.
Che ne pensi? 
Fammi sapere nei commenti qui sotto 🙂

Packaging Joy Vertigo
Packaging Joy Vertigo
Packaging Joy Vertigo
Packaging Joy Vertigo


Benessere e design

Oggi ti voglio parlare di aromaterapia

Questa pratica agisce sui processi fisici, mentali e spirituali del corpo, attraverso l’uso di essenze profumate.
Mediante il contatto olfattivo risvegliano e stimolano le aree silenti del cervello e del corpo.

Questa pratica antica adotta oli essenziali, ovvero sostante concentrate e volatili, con effetto benefico, preventivo e terapeutico sul nostro corpo e sulla nostra mente.

Stimolano la memoria, l’intuizione, risvegliano il talento creativo e favoriscono la nostra voglia di affermazione e realizzazione.

Mi piace considerarli come l’anima della pianta, poiché sono il risultato dell’estrazione dell’essenza energetica della pianta stessa.

Servirsi di sostanze profumate e oli a scopo terapeutico ha origini antichissime tant’è che sono presenti degli scritti sul loro uso anche nella Bibbia.

L’aromaterapia coinvolge sia la sfera corporea sia quella emotiva, la sensibilità e l’umore della persona che lo respira.

Esistono tantissimi oli essenziali, ognuno dei quali può essere utilizzato per un uso specifico:
vi sono infatti oli che vantano proprietà antisettiche, antitossiche, cicatrizzanti, antiparassitarie, antireumatiche, tonificanti ed anche stimolanti o energizzanti.

La diffusione dell’olio essenziale avviene per mezzo del calore che permette l’evaporazione delle parti volatili del liquido.

 

Perché l’aromaterapia è strettamente connessa
a Joy Vertigo®?

 

Joy Vertigo® è il pendente che contiene il tuo profumo/olio e lo rilascia nel tempo.
Il calore del corpo a contatto con il gioiello ne esalta le essenze.

Joy Vertigo® ti regala le note profumate di cui hai bisogno.

 

Come ti senti oggi?
In questo momento di cosa necessiti?

Solitamente l’olio essenziale da cui sei più attratto/a è quello di cui hai più esigenza.

Scegliere Joy Vertigo® vuol dire prendersi cura di se stessi!

Significa optare per un rituale intimo e volubile che ti accompagna nel corso del giorno e della notte. 

Fammi sapere se hai piacere, che Joy Vertigo® entri a far parte della tua vita!
Contattami per saperne di più 🙂

Aromaterapia oli essenziali benessere
Joy Vertigo aromaterapia oliessenziali benessere
Joy Vertigo aromaterapia oliessenziali benessere

Joy Vertigo. Cosa ti dice questo nome?

Tutto inizia da un pensiero o forse no?

Tutto inizia da un’immagine, l’immagine del tuo osservare quotidiano…era un bel giorno di primavera ed ero a camminare per i prati, c’erano già diversi fiori che si potevano vedere sbocciare tutti, con colori diversi, tutti con forme diverse. C’erano quelli piccoli piccoli e c’erano quelli che ancora si nascondevano!

Le forme e i colori hanno attirato la mia attenzione. E che forme! Tonde, affusolate, cilindriche…quanto ci regala la Natura!

Da queste immagini ho iniziato a pensare, ho ascoltato le emozioni che provavo e ho cominciato a vedere il mio gioiello!

Gioia è questo che provavo in quel momento, la gioia che diffondono questi colori e questi profumi…così il mio pensiero si è allargato ad altro ancora! Gioia..joy..la vertigine che ti danno le emozioni quando si rilasciano nell’aria. Sono talmente eccezionali che ti danno le vertigini 🙂

Così è nato Joy Vertigo! Una gioia che ti da le vertigini!

Ma come concretizzarlo? Come rendere queste emozioni trasportabili da ognuno di noi?

Ci voleva qualcosa di immediato, di facile da raggiungere per ognuno di noi, qualcosa che ti facesse sentire UNICA!
E non bastava la forma o il colore…ci voleva altro, ci voleva un messaggio unico e speciale! Anche il tipo di font che avrei usato per scrivere il nome Joy Vertigo doveva racchiudere le stesse sensazioni, le stesse emozioni. Ci sono stati mesi di prove, mesi passati a scrivere e disegnare, mesi e giorni passati a raccogliere le emozioni da rinchiudere in un unico e prezioso gioiello. Ho scelto un font romantico perché desse anche all’occhio un senso di amore, di gioia. Per questo ho voluto inserire anche un piccolo cuoricino a significare che la gioia e le vertigini vengono dall’amore!

Il mio obiettivo con questo gioiello è di rendere unica e speciale ogni donna!
Avevo trovato anche la forma che gli volevo dare, una affusolata come la calla e una sferica. Entrambe forme a tratti circolari, che partono e si avvolgono in loro per contenere qualcosa.

Ecco, il qualcosa ce l’avevo bene in mente ma come renderlo tangibile?

Le forme del gioiello sono cave in modo da poter raccogliere e contenere il tuo profumo preferito così una volta indossato tu avrai sempre con te ciò che ti fa stare bene.

Ciò che ami, ciò che ti fa sentire UNICA! Unica come JOY VERTIGO!

Vorrei poterti far arrivare queste emozioni che poi sono le tue emozioni, ho i brividi persino ora che scrivo e raccolgo le mie idee per te, per spiegarti cosa mi ha spinto a creare questo gioiello!

Vorrei che il profumo che senti nei fiori tu lo sentissi sempre con te, vorrei che il calore e l’emozione dell’amore fosse sempre con TE!

Ciondolo Joy Vertigo sferico colorato

Design Emozionale

Abraham Harold Maslow psicologo statunitense, noto principalmente per aver scritto nel 1954 il libro “Motivation and Personality”, teorizzò la gerarchia dei bisogni che motivano l’uomo. Dai bisogni più basilari per la sopravvivenza (mangiare, dormire, respirare…) fino a quelli più elevati e immateriali (identità, realizzazione personale, creatività…).
La gerarchia dei bisogni di Maslow venne traslata nel 2011 su prodotti e oggetti da Aarron Walter nel suo libro “Designing for Emotions” in cui scriveva che tutti i prodotti che creiamo devono essere rapportati ad un bisogno umano.
Quindi alla base abbiamo la funzionalità di un prodotto/servizio e a salire l’affidabilità e l’usabilità infine ma non per ultimo, il grado di piacevolezza.
Un prodotto/servizio arriverà all’eccellenza se rispecchierà tutte queste quattro “regole” insieme.
Il fattore emozionale sta proprio nel grado di piacevolezza…dopotutto le cose belle funzionano meglio. Sono convinta che non ci sia cosa funzionale che sia brutta!
Ogni persona ha i proprio gusti e un modo personale di rapportarsi alle persone e alle cose.
Ma ciò che principalmente può essere condiviso da tutti è che un oggetto emozionale è positivo, unico, attraente, esclusivo etc.

Gli oggetti che ci appartengono spesso hanno un valore affettivo, sono legati ai ricordi e suscitano emozioni.


Gli oggetti sono destinati ad essere amati 🙂


Di quale sei perdutamente innamorato/a e perchè?

 

 

scale design emozionale

Joy Vertigo

Un progetto nasce da idee che evolvono nel tempo…
Joy Vertigo è la realizzazione di un sogno: il TUO SOGNO! 
Ma è anche il mio sogno 😊
Questo gioiello è nato talmente tanti anni fa che ci sono stati momenti in cui non credevo proprio di poterlo mai realizzare!
Tutto inizia che avevo pochi anni, non più di 4 o 5. E’ li che nasce il mio primo ricordo legato a Joy Vertigo. Giocavo in giardino con i miei fratelli e in un momento mi sono trovata a manipolare la terra…era asciutta, secca…allora ci aggiunsi dell’acqua e tutto cominciò a prendere forma..saltavo dalla gioia per questa cosa che stavo realizzando! E tutto da sola!! Wow!
Ma poi, come succede in tante storie…i sogni di bambina sono spariti dietro alle responsabilità del diventare adulti e iniziare a lavorare!
Nulla di quella che era stata l’emozione di creare il mio primo Joy Vertigo l’avevo più riprovata. Sembrava che il grigio mondo del lavoro mi avesse assorbito facendomi dimenticare che sono le cose che facciamo con JOY che ci portano al successo!
Ed è così che dopo aver perso il lavoro, letteralmente perso il lavoro, ho capito che dovevo assolutamente riprendermi il mio sogno!!
Joy, sogno di gioia, di realizzazione, di appartenenza..una Vertigine infinita verso il TUO più grande sogno!
Ora sai come è nato Joy Vertigo😉
Condividi questa storia, fai TUO Joy Vertigo, fallo diventare il Tuo Sogno!
Continua a seguire la Tua Storia su Joy Vertigo!

Joy Vertigo cilindrico rosso