La differenza la facciamo noi

motivazione ok gestualità mano

Dopo pranzo stavo bevendo il caffè fumante e profumato in compagnia del mio fidanzato.
Parlavamo di come proporre e a quanto uno dei miei progetti.
Lui con fare scherzoso, mi fece il gesto di ok con la mano.
Tre dita aperte a ventaglio, indice e pollice chiuse a descrivere un cerchio.
Ero dubbiosa e avevo replicato:
“OK…oppure zero? Come molti si aspettano?” sorridendo con un pizzico di tristezza, che si poteva leggere chiaramente sul mio volto.
Avevo risposto così, perché delle volte, mi capita che il lavoro che ho svolto venga sottovalutato.
Cadere nello sconforto può essere più facile del previsto.
Delle volte può succedere che non sia stata brava a far recepire il giusto valore, mentre in altre occasioni venga completamente sminuito.
Così nascono le domande e sorgono i dubbi…

Volevo passare oltre a quel pensiero. Ero curiosa di sapere cosa esprimesse quel gesto che mi aveva lasciato perplessità.
Così ero andata a cercare il significato di questa gestualità, trovando molti articoli interessanti.
E guarda un po’, in gran parte d’Europa e negli USA, il gesto dell’OK viene usato per approvazione, mentre in altre culture viene visto addirittura come osceno, o come in Francia che indica valere zero.
Ero sorpresa…

Questo per dire che come ci atteggiamo fa la differenza di dove ci troviamo e con chi siamo.
Dovremmo calarci nei panni degli altri:
“Se fossi io al suo posto? Come mi comporterei?”

Se non siamo totalmente soddisfatti, porci delle domande, dovrebbe essere un buon mezzo per vedere le soluzioni e ritrovare la motivazione.

Soluzioni che ci allontanano dalla costante che potrebbe portarci all’insoddisfazione e alla autocommiserazione.

Delle volte bastano anche le piccole cose.
Come andare ad approfondire un significato, per cambiare il nostro punto di vista 🙂

E tu cosa fai per ritrovare la motivazione?

Ok-gestualità mano-significato

Articoli consigliati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: