• info@mariangeladeste.com

Archivio mensile Maggio 17, 2019

Joy Vertigo. Cosa ti dice questo nome?

Tutto inizia da un pensiero o forse no?

Tutto inizia da un’immagine, l’immagine del tuo osservare quotidiano…era un bel giorno di primavera ed ero a camminare per i prati, c’erano già diversi fiori che si potevano vedere sbocciare tutti, con colori diversi, tutti con forme diverse. C’erano quelli piccoli piccoli e c’erano quelli che ancora si nascondevano!

Le forme e i colori hanno attirato la mia attenzione. E che forme! Tonde, affusolate, cilindriche…quanto ci regala la Natura!

Da queste immagini ho iniziato a pensare, ho ascoltato le emozioni che provavo e ho cominciato a vedere il mio gioiello!

Gioia è questo che provavo in quel momento, la gioia che diffondono questi colori e questi profumi…così il mio pensiero si è allargato ad altro ancora! Gioia..joy..la vertigine che ti danno le emozioni quando si rilasciano nell’aria. Sono talmente eccezionali che ti danno le vertigini 🙂

Così è nato Joy Vertigo! Una gioia che ti da le vertigini!

Ma come concretizzarlo? Come rendere queste emozioni trasportabili da ognuno di noi?

Ci voleva qualcosa di immediato, di facile da raggiungere per ognuno di noi, qualcosa che ti facesse sentire UNICA!
E non bastava la forma o il colore…ci voleva altro, ci voleva un messaggio unico e speciale! Anche il tipo di font che avrei usato per scrivere il nome Joy Vertigo doveva racchiudere le stesse sensazioni, le stesse emozioni. Ci sono stati mesi di prove, mesi passati a scrivere e disegnare, mesi e giorni passati a raccogliere le emozioni da rinchiudere in un unico e prezioso gioiello. Ho scelto un font romantico perché desse anche all’occhio un senso di amore, di gioia. Per questo ho voluto inserire anche un piccolo cuoricino a significare che la gioia e le vertigini vengono dall’amore!

Il mio obiettivo con questo gioiello è di rendere unica e speciale ogni donna!
Avevo trovato anche la forma che gli volevo dare, una affusolata come la calla e una sferica. Entrambe forme a tratti circolari, che partono e si avvolgono in loro per contenere qualcosa.

Ecco, il qualcosa ce l’avevo bene in mente ma come renderlo tangibile?

Le forme del gioiello sono cave in modo da poter raccogliere e contenere il tuo profumo preferito così una volta indossato tu avrai sempre con te ciò che ti fa stare bene.

Ciò che ami, ciò che ti fa sentire UNICA! Unica come JOY VERTIGO!

Vorrei poterti far arrivare queste emozioni che poi sono le tue emozioni, ho i brividi persino ora che scrivo e raccolgo le mie idee per te, per spiegarti cosa mi ha spinto a creare questo gioiello!

Vorrei che il profumo che senti nei fiori tu lo sentissi sempre con te, vorrei che il calore e l’emozione dell’amore fosse sempre con TE!

Ciondolo Joy Vertigo sferico colorato

Design Emozionale

Abraham Harold Maslow psicologo statunitense, noto principalmente per aver scritto nel 1954 il libro “Motivation and Personality”, teorizzò la gerarchia dei bisogni che motivano l’uomo. Dai bisogni più basilari per la sopravvivenza (mangiare, dormire, respirare…) fino a quelli più elevati e immateriali (identità, realizzazione personale, creatività…).
La gerarchia dei bisogni di Maslow venne traslata nel 2011 su prodotti e oggetti da Aarron Walter nel suo libro “Designing for Emotions” in cui scriveva che tutti i prodotti che creiamo devono essere rapportati ad un bisogno umano.
Quindi alla base abbiamo la funzionalità di un prodotto/servizio e a salire l’affidabilità e l’usabilità infine ma non per ultimo, il grado di piacevolezza.
Un prodotto/servizio arriverà all’eccellenza se rispecchierà tutte queste quattro “regole” insieme.
Il fattore emozionale sta proprio nel grado di piacevolezza…dopotutto le cose belle funzionano meglio. Sono convinta che non ci sia cosa funzionale che sia brutta!
Ogni persona ha i proprio gusti e un modo personale di rapportarsi alle persone e alle cose.
Ma ciò che principalmente può essere condiviso da tutti è che un oggetto emozionale è positivo, unico, attraente, esclusivo etc.

Gli oggetti che ci appartengono spesso hanno un valore affettivo, sono legati ai ricordi e suscitano emozioni.


Gli oggetti sono destinati ad essere amati 🙂


Di quale sei perdutamente innamorato/a e perchè?

 

 

scale design emozionale

I sogni sono desideri

La ceramica è il materiale che accompagna da sempre la vita dell’uomo, ed è sempre stata usata in ogni cultura e in ogni parte del mondo.

Era la materia prima impiegata per la produzione di oggetti di uso comune e ancora oggi ha largo impiego in diversi settori.

Grazie alla ceramica abbiamo la possibilità di scoprire antiche civiltà. La vorrei definire a suo modo una capsula del tempo, attraverso la quale possiamo ricevere molte informazioni dal passato.

Quando ero bambina non potevo che rimanere affascinata da questo materiale; apparentemente semplice e straordinario, capace di poter essere modellato e decorato in svariati modi.

Ti voglio parlare di Joy Vertigo che nasce da questo splendido materiale, ed è un sogno che si realizza nel tempo!

Un progetto non nasce mai per caso, ha bisogno del suo decorso naturale per nascere, crescere e maturare.

Joy Vertigo nasce dalla terra e cresce con la passione.
Diffonde emozioni e calore!

I nostri sensi ci fanno vivere esperienze tra le più disparate e Joy Vertigo è un pendente sensoriale ci permette di viaggiare con le emozioni.

Se mi segui avrai già intuito come 🙂
Se vuoi scoprirlo invece…continua a leggere le mie storie 🙂

Joy ti rende speciale e diffonde veramente emozioni!

Condividi questa storia e fai diventare Joy Vertigo anche il tuo sogno!

Joy Vertigo ciondolo ceramica